Glossario LGBT

La lingua del rispetto

 

 

 

 

 

 

L’idea di questo glossario nasce dalla ofonda convinzione che il rispetto nasca anche dalla conoscenza dei termini che caratterizzano la nostra sessualità e quella del nostro prossimo perché le differenze non ci dividono ma ci arricchiscono!!

Quante volte vi è capitato di incontrare termini che non conosciamo? Ecco a voi un breve glossario di alcune parole con le relative definizioni sul tema della sessualità. Oggi, nello specifico, affrontiamo alcuni termini relativi al mondo LGBT.

 

Identità sessuale: La dimensione soggettiva del proprio essere sessuati; è considerata l’esito di un processo di costruzione influenzato dalla complessa interazione tra aspetti biologici, sociali, culturali ed educativi. L’identità sessuale è oggi considerata un costrutto multidimensionale costituto da alcune componenti distinte: il sesso biologico, l’identità di genere, il ruolo di genere e l’orientamento sessuale.

 

Sesso biologico (o meglio sesso alla nascita): L’appartenenza biologica al sesso femminile o maschile determinata dai cromosomi sessuali (nella femmina XX, nel maschio XY).

 

Genere: Categoria sociale e/o culturale, definita dalla differenza tra le caratteristiche biologiche, ma fa anche riferimento ad aspetti emozionali, relazionali e psicologici (genere maschile o femminile).

 

Identità di genere: Identificazione della persona, percezione di sé, come maschio o femmina o in una condizione non definita; è un tratto permanente e solitamente stabilito durante la prima infanzia.

 

Ruolo di genere: Insieme di aspettative, consuetudini e modelli sociali di come gli uomini e le donne si dovrebbero comportare in un dato periodo storico, in una data cultura.

 

Orientamento sessuale: La direzione dell’attrazione affettiva e sessuale verso le altre persone. Può essere eterosessuale (attrazione verso i membri del sesso opposto), omosessuale (attrazione verso i membri dello stesso sesso) o bisessuale (attrazione verso persone di entrambi i sessi).

 

LGBT: Acronimo, nato nella cultura anglosassone, per indicare la comunità di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender.

 

LGBTQIAP: Dall’iniziale acronimo LGBT, la comunità ha ampliato sempre di più lo spettro di persone a cui rivolgersi. Oggi infatti comprende anche Queer, Intersexual (intersessualità), Asexual (asessualità) e Pansexual (pansessualità).

 

Queer: Termine inizialmente utilizzato in modo dispregiativo (“strano”) per definire la comunità LGBT, è stato rivendicato e poi assorbito dalla comunità stessa. Con queer, oggi intendiamo tutte le sfaccettature dell’ampio spettro delle identità di genere e degli orientamenti sessuali.

 

Intersessualità: Termine usato per descrivere quelle persone che, per motivi genetici, presentano caratteristiche (cromosomi sessuali, genitali, caratteri sessuali secondari) non definibili come esclusivamente maschili o femminili.

 

Asessualità: Mancanza di attrazione sessuale, di interesse sessuale e di desiderio per il sesso. Prima considerata come la mancanza di orientamento sessuale, negli ultimi anni viene considerata un vero e proprio orientamento sessuale.

 

Pansessualità: Orientamento sessuale caratterizzato da un’attrazione (affettiva, sessuale ed estetica) verso qualsiasi persona, indipendentemente dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere.

 

 

 

Per approfondire


 

Dèttore, D. (2017). Trattato di psicologia e psicopatologia del comportamento sessuale. Firenze: Giunti-OS

 

Dèttore, D., Antonelli, P., & Ristori, J. (a cura di) (2014). Il bullismo omofobico a scuola. Strategie di analisi e intervento basate sugli stereotipi e i ruoli di genere. Roma: Alpes Italia srl


Winkler, M. & Strazio, G. (2015). Il nostro viaggio. Odissea nei diritti LGBT in Italia. Milano: Mimesis.

 

Iscriviti agli Aggiornamenti

Congratulazioni! Ti sei iscritto