Glossario LGBT

La lingua del rispetto

L’idea di questo glossario nasce dalla profonda convinzione che il rispetto nasca anche dalla conoscenza dei termini che caratterizzano la nostra sessualità e quella del nostro prossimo perché le differenze non ci dividono ma ci arricchiscono!!

Quante volte ti è capitato di incontrare termini che non conosci? Ecco a voi un breve glossario di alcune parole con le relative definizioni sul tema della sessualità. Con questa seconda parte concludiamo il capitolo dedicato al mondo LGBT.

 

  • Disforia di genere (prima chiamata disturbo dell’identità di genere): Una marcata incongruenza tra il genere esperito da un individuo e il genere assegnato (cioè le sue caratteristiche sessuali primarie e secondarie). La condizione viene a configurarsi come un disturbo solo se è associata ad un significativo disagio o una significativa compromissione in alcune aree della vita della persona.

  • Transessuale: Una persona che sente in modo stabile e persistente di appartenere al sesso opposto, e che compie un percorso di transizione, il quale si conclude generalmente con un intervento chirurgico di riassegnazione. FTM (female to male) indica chi sta effettuando una transizione da donna a uomo, MTF (male to female) indica chi sta effettuando una transizione da uomo a donna.

  • Transgender: Termine trasversale che indica quelle persone che non si riconoscono nei ruoli, atteggiamenti, aspettative sociali e modelli culturali legati al proprio genere, ritenendoli troppo restrittivi.

  • Travestito: Persona che indossa abiti generalmente associati al sesso opposto, indipendentemente dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere, in occasioni pubbliche o private, occasionalmente o a tempo pieno.

  • Drag Queen/Drag King: Uomo che indossa vestiti e accessori da donna (drag queen) o donna che indossa vestiti e accessori da uomo (draq king), in genere accentuandone le caratteristiche, per finalità artistiche, lavorative o ludiche.

  • Riassegnazione di genere: Con questo termine si intendono sia gli interventi fisici per adeguare il corpo alla propria percezione di sé (terapia ormonale sostitutiva, interventi medici-chirurgici), sia il percorso legale e burocratico per ottenere il cambio anagrafico.

 

  • Coming Out: La decisione di dichiarare e condividere la propria omosessualità. Più che un “atto unico”, per una persona omosessuale il coming out è un processo che dura tutta la vita.

  • Outing: “Fare outing su qualcuno” è un’espressione usata per indicare la rivelazione dell’omosessualità di qualcuno da una terza parte senza il consenso della persona interessata.

  • Omofobia: Ostilità, odio, intolleranza, paura irrazionale o pregiudizio nei confronti delle persone LGBT e le azioni che derivano da questo pregiudizio.

  • Transfobia: Ostilità, odio, intolleranza, paura irrazionale o pregiudizio nei confronti delle persone transessuali e transgender (ma anche di tutte quelle persone che non si conformano alle aspettative dei modelli sociali) e le azioni che derivano da questo pregiudizio.

  • Alleati: Persone eterosessuali che non si identificano come facenti parte della comunità LGBT ma sostengono attivamente la parità dei diritti di tutte le persone LGBT.

Per approfondire:

 

Dèttore, D. (2017). Trattato di psicologia e psicopatologia del comportamento sessuale. Firenze: Giunti-OS.


Dèttore, D., Antonelli, P., & Ristori, J. (a cura di) (2014). Il bullismo omofobico a scuola. Strategie di analisi e intervento basate sugli stereotipi e i ruoli di genere. Roma: Alpes Italia srl.


Winkler, M. & Strazio, G. (2015). Il nostro viaggio. Odissea nei diritti LGBT in Italia. Milano: Mimesis.